Imparare ad amare se stessi: consigli per vivere meglio

Amare se stessi è la relazione più duratura ed entusiasmante che propone la vita, in cui il sentimento forte e autentico è indirizzato verso la parte più vera di noi. 

È un proposito che senti ripetere più volte e altrettante hai pensato di attuarlo. Eppure, con i ritmi frenetici della vita sembra di non aver tempo neanche per respirare. Così rimandi quella lezione in programma da mesi, l’uscita con gli amici e salti anche i pasti. 

Pensi che il risultato sia del tempo prezioso che finisce nel tuo tesoretto, ma per farne cosa? 

Non sempre infatti si trasforma in minuti importanti da dedicare a te, per mettere da parte quei giorni di tristezza e ritrovare il buonumore. 

Non guardarti intorno ma dentro: troverai l’alleato migliore per vivere in equilibrio. Come fare? 

Ecco dei piccoli ma importanti passi da cui cominciare:

  • Autostima: credi in te stesso e apprezza le tue qualità senza aspettare che siano gli altri a riconoscerle;
  • Accettazione: non giudicarti con censure e sensi di colpa che possono ostacolare il tuo splendido percorso di conoscenza interiore;
  • Migliorarsi per crescere vuol dire investire coccole e attenzioni in quelle parti del tuo carattere che desideri cambiare. Credi nelle tue potenzialità e sii fiero di te.

Aspetti che influiscono in modo positivo su di te e sul tuo benessere psicofisico. In che modo? Scoprilo nel prossimo paragrafo.

Perché l’amore per se stessi fa bene al corpo e alla mente?

Molti hanno imparato a prendersi cura di se stessi dopo aver capito, sulla propria pelle, che quella sfiducia e quel tormento interiori avevano bisogno di risposte, di azioni concrete. 

Aver cura di se stessi include infatti tanti vantaggi per il corpo e la mente, come ad esempio:

  1. Ridurre stati di ansia, insicurezza e stress: dedicati del tempo per rilassarti, goditi i momenti belli distogliendo i pensieri dalle preoccupazioni e il tuo sistema immunitario ne trarrà beneficio;
  2. Migliorare il benessere fisico e mentale: la priorità che dai alla cura di te, all’attività sportiva, ha dei vantaggi sul corpo e sulla psiche, prevenendo anche l’insorgere di stati depressivi e patologie come ad esempio il diabete;
  3. Rendere le relazioni con gli altri più sane: essere in equilibrio con se stessi, ti aiuta a vivere gli altri in modo autentico e costruttivo, sciogliendo quel senso di dipendenza che altrimenti si rischia di provare;
  4. Aumentare l’autostima: ascoltare e rivolgersi con gentilezza a quella vocina interiore è fondamentale per infondere maggiore fiducia in se stessi, affrontando con uno spirito più battagliero gli eventuali ostacoli e le battute d’arresto.

Atteggiamenti propositivi del tuo percorso di “self-care”, in cui è bene usare nel dialogo interiore parole positive, come dimostra uno studio condotto dall’Università di Exter e dell’Università di Oxford. 

Rivolgersi a se stessi con frasi e pensieri belli, positivi ha dei benefici che influiscono sia a livello cardiaco, con battiti più bassi, sia endocrino, con la diminuzione della sudorazione. 

Se migliorare la tua vita è tra i buoni propositi dell’anno nuovo, è ora di iniziare con la tua self-care routine. Come fare? Continua a leggere.

Come amarsi e prendersi cura di sé stessi: 7 consigli pratici

Il Self-love non è sinonimo di egoismo o narcisismo, bensì significa accrescere l’auto-accettazione e la fiducia in sé. Sentimenti che, ben equilibrati e nutriti, danno linfa all’autostima

Ecco allora dei consigli pratici per aumentare l’amore verso se stessi e vivere meglio, senza ansie, stress e paure:

  • Ascolta il tuo mondo interiore con gentilezza e con atteggiamento mindfulness: puoi praticare yoga o meditazione per prenderti una pausa dal tran tran quotidiano che ti risucchia come un vortice;
  • Trasforma il “devo” con “posso”: così manderai un messaggio rassicurante alla tua psiche, allontanando quel senso di obbligo che potrebbe ostacolare la crescita e il volersi bene;
  • Diventa amico di te stesso. Quando i tuoi amici più cari si trovano in un momento di crisi, cosa fai? Li tiri su, dai loro consigli per incoraggiarli a non mollare. Impara a far lo stesso con te;
  • Non paragonarti agli altri: la vita degli altri, specie sui social, sembra più bella della tua. Ma qual è il confine tra finzione e realtà? Centra l’obiettivo e focalizzati su ciò che vuoi raggiungere per la felicità;
  • Impara a dire di “no”: essere accondiscendenti e disponibili verso gli altri non è sempre un’ottima strada da percorrere. Non significa affatto essere poco altruisti, ma dosare le energie e le attenzioni, senza toglierle al tuo viaggio evolutivo;
  • Fai qualcosa che ti piace, dedicando un po’ della giornata ai tuoi hobby e alle tue passioni;
  • Inizia a darti delle priorità, riordinando la tua vita e il tuo tempo, senza dimenticare di lasciare dello spazio anche per coccolarti.

Mens sana in corpore sano, dicevano gli antichi romani. Allora come pensare a se stessi ogni giorno attraverso l’attività sportiva e salutari abitudini? Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Imparare ad amare se stessi: 5 modi per riuscirci ogni giorno

Il benessere psicofisico passa da scelte quotidiane che non significano rinunce ma privilegiare ciò che fa star meglio. 

Infatti, si può dedicare del tempo e praticare degli esercizi utili per amare se stessi. Vediamo insieme alcune best practices con ricadute positive sul fisico e sulla psiche:

  1. Bere circa 2 litri di acqua al giorno: la giusta idratazione attiva il metabolismo; migliora l’umore e la concentrazione; rende la pelle più tonica ed elastica; previene il fastidioso mal di testa da disidratazione e quel bruciore agli occhi dovuti al tempo trascorso davanti al Pc;
  2. Mangiare sano: fai almeno 5 pasti al giorno, moderando il consumo di zuccheri, sale e grassi, specie quelli saturi. Sì a frutta fresca e secca, verdura e frutta di stagione per ricevere dalla natura vitamine, acqua, fibre e sali minerali;
  3. Praticare attività sportiva e meditazione: lo sport fa bene al cervello perché stimola la produzione di endorfine e serotonina. Camminare mezz’ora a passo sostenuto, correre nel parco o sedersi sul tappetino praticando yoga, vuol dire lasciar andare via i pensieri che rischiano di ingabbiare;
  4. Fare delle pause e ridere: staccarsi ogni tanto dal lavoro con dei break riesce a rigenerarti. Specie se riversi nel lavoro tutto il tempo accorgendosi che è un modo per non sciogliere quei nodi che ti fanno vivere male. Prova anche i benefici del ridere con lo yoga della risata;
  5. Dormire abbastanza. Crea infatti una tua routine del sonno, cercando di andare a letto la sera alla stessa ora così da riposare tranquillamente per almeno 7-8 ore.

Questi sono soltanto dei piccoli suggerimenti su come amare se stessi. Sappiamo che spesso non è facile, ma è nel viaggio che si compie il passaggio per il “self-care”. Buon cammino!

Continua a seguire il blog Keep Kuenka per scoprire altri suggerimenti sul benessere psico-fisico e per uno stile di vita healthy.