Come cucinare gli asparagi: consigli e ricette

Contrariamente a quanto si immagini, cucinare gli asparagi non è difficile. Come per tutte le cose che non si conoscono, basta semplicemente sapere come si fa e come valorizzare in cucina uno degli ortaggi più amati della Primavera.

Pregiato, costoso e molto diffuso in Italia, l’asparago è un prodotto tipicamente primaverile che appartiene alla stessa famiglia di aglio e cipolla (le Liliacee). 

Nel nostro paese sono 3 le specie di asparagi più coltivate e commercializzate. Le puoi facilmente riconoscere sui banchi del mercato per le loro differenti gradazioni di colore: 

  1. Verde;
  2. Bianco;
  3. Viola.

Quelli bianchi, i più pregiati in assoluto, crescono sottoterra. Raccoglierli richiede molto impegno, ecco spiegato il loro prezzo assai superiore rispetto a quelli verdi e violetti. Il sapore è più delicato e hanno una consistenza molto più carnosa degli asparagi verdi, che crescono in superficie, a contatto con la luce del sole e hanno un gusto più deciso e intenso. 

Gli asparagi viola, infine, sono una varietà originaria della Liguria, tanto da essere noti anche con il nome di “Violetto d’Albenga”. Morbidi e burrosi, hanno un sapore molto dolce e delicato rispetto ai cugini verdi.

Ma oltre a essere buoni, gli asparagi sono anche ricchi di proprietà benefiche per l’organismo. Poveri di calorie (25 calorie ogni 100 gr), hanno un elevato contenuto di fibra, vitamine (soprattutto quella C, circa 25 mg, e del gruppo B, 52 mg) e sali minerali (calcio, fosforo, potassio, cromo e ferro).

Con una alta percentuale di acqua, pari a circa il 90%, questi ortaggi stimolano la diuresi e la funzione epatica, aiutando ad eliminare le tossine. La presenza dell’asparagina, un amminoacido proteinogenico non essenziale utile alla formazione di proteine, lo rende perfetto per una dieta detox dimagrante.

Primi piatti, vellutate, ma anche tanti antipasti e contorni leggeri e sfiziosi. Portati a tavola gli asparagi diventano subito i protagonisti assoluti di tante gustose ricette.

Piacciono tanto anche a te? Allora continua a leggere per scoprire come utilizzare gli asparagi in cucina, e alcune idee per gustarli.

Come si cucinano gli asparagi?

Come preparare gli asparagi? La caratteristica di questi ortaggi è la versatilità.  Ciò significa che puoi preparare gli asparagi in tantissimi modi, quanti te ne suggerisce la tua creatività in cucina.

Ma prima di scoprire come si possono inserire nella tua dieta, è necessario ricordare che ogni preparazione che si rispetti, comincia con uno step fondamentale, ossia la pulizia degli asparagi.

Innanzitutto vanno eliminate eventuali parti del fusto marce o rovinate, quindi vanno lavati accuratamente e con delicatezza sotto l’acqua corrente. Dopo averli asciugati con un panno da cucina, va tagliata la parte finale più dura, cercando di pareggiare i gambi per agevolare la cottura omogenea degli asparagi.

Per essere più precisi il punto in cui tagliare è quello in cui l’asparago si spezzerà più facilmente, ovvero la giuntura tra la parte coriacea e quella tenera. Andranno poi pelati procedendo verticalmente dall’alto verso il basso, per togliere la parte più filamentosa

A questo punto puoi utilizzarli indifferentemente per tantissime ricette e preparazioni. Ecco i modi più comuni per cuocere gli asparagi:

  • Bolliti;
  • Al forno;
  • In padella;
  • Al vapore.

A seconda della ricetta che vorrai preparare, dovrai scegliere il metodo di cottura più adatto. Ad esempio, se vuoi utilizzarli interi come contorno, puoi cuocerli al vapore, per preservare al meglio tutte le proprietà nutritive, oppure lessarli. 

Cuocere gli asparagi all’interno di una vaporiera richiede all’incirca una decina di minuti. Se preferisci lessarli, invece, legali in un mazzetto con un spago e mettili in verticale all’interno di una pentola apposita riempita per i ⅔ di acqua, così da lasciare le punte fuori.

Il tempo corretto di bollitura degli asparagi dipenderà dal diametro del fusto: per ortaggi di media grandezza basteranno circa 10 minuti. In ogni caso, saranno pronti quando risulteranno teneri.

Per primi piatti a base di pasta o di riso, invece, puoi tagliarli e utilizzarli da crudi. Ora che sai come si cuociono gli asparagi, scopriamo alcune ricette per gustarli.

Asparagi: 3 ricette da provare

Gli asparagi freschi si prestano a tante ricette leggere e appetitose. Il loro sapore si sposa alla perfezione con tantissimi ingredienti: uova, formaggi, carne, pesce.

Valorizzandoli al meglio potrai preparare tantissimi piatti, dall’antipasto ai contorni, passando per primi e secondi, tutti all’insegna del mangiare sano

Non devi far altro che sbizzarirti e dare vita agli abbinamenti più fantasiosi. Per aiutarti, ecco 3 ricette per cucinare e assaporare gli asparagi finché sono di stagione.

1. Risotto con asparagi

Gli asparagi si possono cucinare in tantissimi modi. Ma tra le ricette più amate e apprezzate con questi ortaggi c’è il risotto. Un primo piatto decisamente primaverile, gustoso e genuino, che con qualche accortezza può essere anche abbastanza light.

Cosa ti servirà per realizzarlo? Ecco la lista di ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr Riso Vialone Nano o Carnaroli;
  • 500 gr asparagi freschi;
  • 1/2 cipolla bianca piccola o 1 scalogno;
  • 30 gr circa olio extra vergine di oliva;
  • 500 ml brodo vegetale;
  • 1 bicchiere di vino bianco secco;
  • q.b. parmigiano reggiano per la mantecatura;
  • q.b. sale e pepe.

Vediamo ora come preparare il risotto agli asparagi.

Per prima cosa lavare con cura gli asparagi e pulirli. Sbollentarli in acqua salata per circa 5 minuti. Una volta scolati – facendo attenzione a conservare l’acqua di cottura – andranno tagliati a pezzi, mettendo da parte le punte;

Il secondo passaggio riguarda la preparazione del brodo vegetale, utilizzando circa 500 ml di acqua e 500 ml di acqua di cottura degli asparagi, a cui andranno aggiunti tutti gli ingredienti classici del brodo (carote, sedano, cipolla, zucchine ecc..);

In una casseruola antiaderente dai bordi alti, rosolare la cipolla o lo scalogno nell’olio con un mestolo di brodo: servirà a rendere il piatto più leggero. Aggiungere gli asparagi a pezzetti e dopo qualche minuto di cottura unire il riso.

Fai tostare il riso per un paio di minuti, girandolo più volte. Sfuma con il vino bianco, lasciandolo evaporare completamente. A questo punto andranno aggiunti un po’ per volta mestoli di brodo bollente fino a cottura del riso.

A cottura quasi ultimata, aggiungere le punte di asparagi e regolare di sale. Una volta cotto il riso, spegni il fuoco e completa la mantecatura con parmigiano reggiano e un filo di olio a crudo. Una macinata di pepe fresco e il risotto sarà pronto per essere gustato.

2. Gli Asparagi alla “Milanese” con le uova

Gli asparagi alla milanese sono un secondo piatto molto amato, conosciuto anche con il nome di Asparagi alla Bismark. Gustoso e facile da preparare, si realizza con pochi ingredienti: 

  • Uova;
  • Parmigiano;
  • Olio (alternativa più sana al burro della ricetta classica); 
  • Asparagi.

Per questa ricetta sono particolarmente indicati gli asparagi selvatici, dal sapore più intenso rispetto ai tradizionali asparagi verdi.

Come si preparano gli asparagi alla Milanese?

Dopo averli puliti, lessali in acqua bollente o cuocili al vapore. Disponili in un piatto e adagia sopra le uova ad occhio di bue. Spolvera con una grattata di parmigiano, pepe macinato e completa con un giro di olio a crudo.

Asparagi e uova è un abbinamento genuino e molto apprezzato. Il gusto degli asparagi, infatti, si sposa alla perfezione con quello del rosso d’uovo. 

Provali con le uova in camicia o strapazzate, per una alternativa ancora più gustosa. E per una versione gourmet di asparagi e uova, puoi aggiungere delle scaglie di tartufo nero.

3. Asparagi verdi all’insalata

Gli asparagi all’insalata sono un piatto fresco, sano e delicato da portare a tavola per accompagnare secondi a base di carne e pesce. Non serve una descrizione molto dettagliata di questa ricetta, né dosi esatte. 

Innanzitutto dovrai scegliere il metodo di cottura dei tuoi asparagi freschi. A questo punto ti basterà semplicemente lessare gli asparagi o cuocerli a vapore per il tempo necessario e procedere poi a condirli.

Dieci minuti di solito sono un tempo di cottura sufficiente per degli asparagi verdi di media grandezza.

Ed ora arriva la domanda cruciale: come condire gli asparagi? Con una citronette fatta di olio, sale, limone e pepe, a cui puoi aggiungere erbe aromatiche a piacere. Un condimento sano e buono, come lo sono tutte le cose semplici. 

Continua a seguire Keep per scoprire consigli e ricette sane per mantenere la linea con gusto.